Ci vediamo il prossimo anno

«Napoli, città dalla cultura millenaria, è avida di bellezza e di cultura e, checché se ne dica, si muove sempre con entusiasmo quando questa chiama. E allora ringrazio in primis lei, la nostra città, che ha risposto e che risponde presente ogniqualvolta qualche “folle” come noi cerca di riunirla intorno all’arte, ogni volta che qualcuno tenta di dare risalto alle sue positività, che esistono, non dimentichiamolo». Leggevo le parole del direttore Lorenzo Marone scritte al termine della rassegna Ricomincio dai libri in programma dal 5 al 7 ottobre che ha registrato oltre dodicimila presenze e che quindi possiamo definire un successo senza la paura di essere smentiti. Attendevo da molto l’inizio di questa fiera nata a San Giorgio a Cremano e il cui titolo è un chiaro omaggio al suo cittadino più illustre: Massimo Troisi. Giunta alla quinta edizione e per il secondo anno in scena a Napoli, Ricomincio dai libri ha animato con libri e cultura, con eventi e presentazioni la magica cornice del Museo Archeologico di Napoli, il MANN. Un programma fitto, oltre 30 gli stand delle case editrici presenti, 23 gli autori che hanno potuto far conoscere i propri libri ai lettori accorsi e nomi dal calibro di Maurizio de Giovanni, Diego De Silva, Marco Marsullo, Michela Murgia e Fabio Genovesi, solo per citarne qualcuno. Il mio unico rimpianto è stato quello di non poter seguire tutti e tre i giorni della fiera, ma per quello che ho visto ho solo complimenti.

Sembravo una pallina pazza a dividermi tra gli stand presenti e tra gli eventi ma occasioni del genere nelle nostre zone non capitano spesso quindi ho fatto il possibile per cercare di seguire quante più cose aveva da offrirmi questa tre giorni.

La tematica scelta quest’anno è stata Frontiere e visti i tempi bui che stiamo vivendo è stata una scelta azzardata ma necessaria e molti degli eventi si soffermavano su questa tematica. Presente anche Medici senza frontiere che ha presentato due raccolte: “Lettere del cuore dei conflitti” edita da Dante&Descartes e “Fuori campo”. Alcuni racconti tratti da questo volume sono stati letti dall’attore Marco D’Amore in un toccante incontro che alternava testimonianze e materiale fotografico, il primo incontro che ho seguito e insomma, non potevo iniziare meglio. Ho proseguito con la presentazione del libro “Due come loro” di Marco Marsullo presentato dalla giornalista Anna Trieste, un mix di risate e riflessioni più serie, sicuramente tra gli incontri più riusciti. Altro giro tra gli stand (e anche per il Museo, l’occasione era troppo ghiotta per lasciarsi sfuggire tutte quelle bellezze) e dritta alla presentazione del libro di Michela Murgia L’inferno è una buona memoria” edito da Marsilio. Michela Murgia fa parte di quelle scrittrici che starei ad ascoltare per ore e il suo racconto mi ha semplicemente ipnotizzato. Piccola pausa per prepararmi alla presentazione delle presentazioni: Maurizio de Giovanni e Diego De Silva. Insomma due dei più grandi scrittori italiani nella stessa sala che si presentavano a vicenda e che avevano un relatore d’eccezione: Francesco Pinto. Una fortuna quella che non so se mai un giorno mi ricapiterà.

Sarei tornata volentieri ma altri impegni mi hanno impedito di esserci, ma come ho detto prima quel poco che ho visto mi è bastato e mi ha fatto un’impressione ottima. Lorenzo Marone, il direttore artistico, ha supervisionato tutto, dove c’era un evento c’era lui, insomma se l’avesse visto il Mimì del suo “Un ragazzo normale” avrebbe detto che Lorenzo Marone era senza dubbio un supereroe. L’organizzazione da dieci e lode, uno staff di giovani pieni di entusiasmo che hanno resto tutto magnifico, un programma ricco, anzi ricchissimo e una cornice come quella del Mann spettacolare. Concludo come ha scritto Lorenzo: ci vediamo il prossimo anno.

(in copertina Lorenzo Marone – foto Angelo Orefice)

About the author

Classe 1990, appassionata di editoria con la qualifica di consulente letterario. Nel Paese in cui tutti scrivono libri lei preferisce leggerli. Web writing, scrive di libri sul blog Gli Amabili Libri , collabora con diversi siti e divora serie TV americane. Tifosa del Napoli e amante della città di Napoli. Per Idea Napoli cura la rubrica “CopertiNa”.

Potrebbero interessarti

JOIN THE DISCUSSION

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.