Maggio dei Monumenti: Napoli celebra Giambattista Vico

Maggio dei Monumenti: Napoli celebra Giambattista Vico

Torna l’appuntamento col Maggio dei Monumenti: nel 350esimo anniversario della nascita, Napoli dedica il programma di attività culturali del Maggio dei Monumenti 2018 al filosofo Giambattista Vico.

Fino al 3 giugno reading, spettacoli teatrali, conferenze, mostre, installazioni multimediali e visite guidate accompagneranno turisti e cittadini nei siti più belli della città alla scoperta della grande personalità napoletana. Il programma di attività culturali del Maggio dei Monumenti si compone di iniziative elaborate con i più importanti istituti culturali della città e con numerose associazioni culturali.

A tratteggiare la figura del filosofo, attraverso un ciclo di conferenze tra il Maschio Angioino e San Domenico Maggiore, saranno illustri studiosi del suo pensiero. Protagonista come ogni anno anche la musica, che sarà eseguita nei weekend con concerti all’ombra di Vico nella Villa Comunale, luogo che conserva una imponente statua del filosofo.

Tante le mostre in città, come la mostra bibliografica e iconografica alla Biblioteca Nazionale di Palazzo Reale e quella bibliografica e digitale alla Biblioteca dell’Istituto italiano per gli studi storici; quest’ultima presenta una serie di autografi e rare edizioni delle opere del filosofo, allestita nella sala dell’Istituto nella quale Vico svolgeva la sua funzione di precettore dei Principi di Filomarino ed organizzata in collaborazione con la Fondazione Biblioteca Benedetto Croce che conserva la rinomata “Collectio viciana”, collezione di opere di e su Vico, raccolte dallo stesso Croce.

Non mancheranno le letture delle opere di Vico in vari punti della città; significativo sarà l’evento “Leggere Vico alla Sanità”, nel quale un piccolo ensamble barocco accompagnerà la lettura di alcuni brani del filosofo all’interno della Cripta della Basilica di Santa Maria della Sanità. Giambattista Vico, filosofo conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, non sempre trova un’adeguata valorizzazione nel dibattito culturale della città. Si è pensato per questo di organizzare alcune giornate di diffusione del suo pensiero in diversi quartieri popolari napoletani. La filosofia di Vico lascia le aule delle scuole e delle università per inoltrarsi nelle strade e nei vicoli, non dimenticando che proprio da queste strade e vicoli prese le mosse il giovane Giambattista, nato in una famiglia popolare di disagiate condizioni economiche, per iniziare una straordinaria avventura intellettuale che lo porterà a diventare uno dei principali filosofi italiani, oggi conosciuto in tutto il mondo.

Un programma fitto e di altissima qualità per celebrare un grandissimo filosofo e immergersi nella Napoli del Settecento, capitale della musica, dell’arte, della cultura. Inoltre, una statua in cartapesta alta dieci metri raffigurante Giambattista Vico e realizzata appositamente per il Maggio verrà installata in Piazza Municipio per tutto il periodo delle celebrazioni vichiane.

Davvero numerose le iniziative culturali per l’intero mese di maggio: dal centro alla periferia, sono tantissimi gli eventi organizzati da musei, cooperative e associazioni per realizzare un sorprendente e variegato programma che valorizza ancor di più lo straordinario momento culturale vissuto dalla città.

Per il programma completo: www.comune.napoli.it/maggiodeimonumenti2018.

About the author

Classe 1995, napoletana nata a Torino, studia Scienze della Comunicazione, innamorata di Napoli e del Napoli, assidua visitatrice di musei e accanita lettrice. Per Idea Napoli cura la rubrica “Divina Napoli”.

Potrebbero interessarti

JOIN THE DISCUSSION

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.