Pareggio stretto

Alla fine dopo tanto chiacchierare siamo andati noi da lui, però ci siamo portati dietro Ancelotti, se permettete.

Sir Carlo, manco a dirlo, anche al cospetto dei campioni di Francia cambia ancora; in porta torna Ospina, con Maksimovic nei tre dietro, Fabian Ruiz al in mediana, mentre davanti è Mertens che fa compagnia al ritrovato Insigne.

Primo tempo.

1 minuto e 15 secondi ed annotiamo la prima azione pericolosa targata PSG. Mbappè salta Koulibaly sulla destra e mette al centro per Neymar che batte a rete con Maksimovic a frapporsi sulla traiettoria.

Al sesto Neymar per Cavani sinistro al volo fuori.

Primo squillo azzurro al 15esimo; solito taglio di Insigne per Callejon che serve Mertens davanti ad Areola, tutto inutilmente perché Josè era partito in leggera posizione di offside.

Immediata risposta francese ancora con Cavani, Claudio Ospina si rifugia in angolo.

Al 24esimo arriva la più clamorosa delle palle gol ed è del Napoli. Mario Rui dalla sinistra al centro con in giri giusti per Mertens che impatta all’altezza del dischetto e sbatte col destro contro la traversa. In pratica il replay della traversa colpita contro il Liverpool.

Un minuto dopo Callejon non riesce a dare forza al suo destro dopo una bella azione manovrata.

Il Napoli dopo una prima parte nella quale ha subito l’iniziativa della squadra di Tuchel, adesso è on fire e al 28esimo passa in vantaggio.

Intuizione geniale di Callejon che lancia Insigne sul filo del fuorigioco. Lorenzo aggredisce lo spazio e una volta davanti ad Areola lo scherza con un pallonetto perfetto. 0-1.

Minuto 34 ottimo spunto di Fabian in dribbling conclusione da dimenticare. Subito dopo Mertens dentro in lob per Insigne, destro di Lorenzo sugli Champs-Élysées.

Il PSG però è vivo e ci vuole un altro intervento di Ospina alla Ospina per fermare Mbappè lanciato in rete da Neymar.

Al 43esimo segnalo un recupero di palla di Allan che mi fa esultare come un gol. Un mostro.

Nel primo dei due di recupero, Insigne ha sul suo giro la palla del raddoppio, la traiettoria però non è quella voluta.

Andiamo al riposo meritatamente in vantaggio.

Secondo tempo.

La ripresa si apre con un brivido per la porta di Ospina dopo cinque minuti. Neymar col destro dal limite dell’area impegna severamente l’estremo azzurro, che con le mani ribatte non benissimo, poi Cavani mette clamorosamente fuori da posizione comodissima ma in fuorigioco.

Ospina ancora protagonista subito dopo con un colpo di reni su testata di Meunier.

Al 52esimo Insigne si arrende ad un problema allo sterno, al suo posto Ancelotti manda in campo Zielinski.

Adesso il PSG spinge forte alla ricerca del pareggio.

Il Napoli però tiene botta e al 59esimo trova anche la via della porta con Mertens che impegna Areola dalla distanza.

Al 61esimo i padroni di casa pareggiano ma il gol lo facciamo noi. Azione dalla destra di Meunier che mette un rasoterra al centro con Mario Rui che in scivolata mette palla sotto la traversa di Ospina. 1-1.

Adesso bisogna saper soffrire e ripartire.

Il Napoli prova a rispondere sei minuti dopo il pareggio. Combinazione in area Fabian/Mertens, il nano belga che si gira e col destro non va lontanissimo dal palo lungo.

Le squadre per tutta la parte centrale della ripresa sembrano non volersi far male.

Al 77esimo come un lampo arriva il vantaggio azzurro. Fabian avanza compassato verso l’area sulla corsia destra, rientra sul sinistro e calcia; la traiettoria mancina del nostro 8 viene stoppata da Marquinhos all’altezza del dischetto e Mertens è lestissimo a raccoglierla e a battere Areola. 1-2.

Minuto 81, Ospina vola a deviare in angolo una punizione fastidiosa di Neymar.

Due minuti dopo ancora grande occasione per Mertens. Gioiello di Mario Rui per il 14 che di testa impegna severamente il portiere di Tuchel in angolo. Subito dopo fuori proprio Dries per Milik che sugli sviluppi del calcio d’angolo prova a sorprendere tutti sul primo palo.

A tre dal novantesimo terzo cambio per Sir Carlo: in campo il mite Rog per Callejon.

Cinque lunghissimi minuti di recupero.

Al 93esimo il PSG pareggia con un grande gol di Di Maria. Peccato, ma nulla da dire sul gol.

Finisce un grandissima partita del Napoli. Il pareggio ci sta stretto, ma va bene così, abbiamo dimostrato ancora una volta di essere grandi.

(foto copertina da ilmattino.it)

 

About the author

Sociologo, fotografo, amante della musica e chitarrista occasionale. Napoletano "nato in casa", contagiato da quella bellezza tutta partenopea, contraddittoria e spontanea, che si è trasformata, nel tempo, in incessante ricerca visiva. Per Idea Napoli cura la rubrica “Fuori Cronaca”.

Potrebbero interessarti

JOIN THE DISCUSSION

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.