Luoghi non comuni

.

Uscire dal silenzio: un progetto contro la violenza sulle donne


Si terrà il 24 novembre p.v. alle ore 11 presso la Sala Marrama della Fondazione Banco di Napoli la conferenza stampa di presentazione del progetto “Uscire dal silenzio” promosso presso la Masseria Antonio Esposito Ferraioli, bene confiscato alla camorra, dal Consorzio Terzo Settore, attuato dall’associazione Sott’e’ncoppa e finanziato grazie al contributo di Costa Crociere Foundation.
“Uscire dal silenzio” è un progetto ambizioso, ma concreto che ha come obiettivo quello d’interrompere il circolo vizioso della violenza attraverso la formazione, il lavoro e l’autonomia decisionale.
Il progetto: coinvolge 10 donne, impegnate già in un percorso personale di fuoriuscita dalla condizione di violenza, le quali gestiranno un Gruppo di Acquisto Solidale su un terreno di 12 ettari confiscato a un’organizzazione criminale nel comune di Afragola. Il progetto, infatti, s’inserisce in un più ampio progetto di gestione del bene confiscato più grande della Città Metropolitana di Napoli denominato “Masseria Antonio Esposito Ferraioli” in memoria del cuoco e sindacalista di Pagani ucciso per mano mafiosa.
Il progetto nasce in collaborazione con la CGIL e la FLAI CGIL di Napoli, coinvolte nella gestione del bene confiscato e nel percorso di riscatto delle donne vittima di violenza attraverso la formazione e il lavoro.
Le beneficiarie riceveranno consulenza sugli aspetti legali dell’impresa, la redazione del business plan, la gestione di un sito di e-commerce e sull’organizzazione di una rete di promozione e distribuzione di prodotti provenienti dall’azienda agricola o da altri fornitori del territorio, in un’ottica di riscatto e di emancipazione dalle condizioni di vita in cui sono immerse. Il progetto prevede percorsi formativi per l’auto-imprenditorialità e l’inserimento lavorativo, la realizzazione di una filiera corta solidale dell’agroalimentare, la produzione di prodotti agricoli di qualità buoni e giusti.
Testimonial d’eccezione del progetto “Uscire del silenzio” Miriam Candurro, attrice di Un Posto al Sole, di eccezionale sensibilità rispetto alla tematica della violenza contro le donne, affrontata con il suo personaggio nella storia della serie.
Davide Triacca, Segretario Generale di Costa Crociere Foundation, spiega l’impegno importante della Fondazione: “Costa Crociere Foundation vuole rispondere ad uno dei più gravi problemi sociali italiani con una soluzione diversificata, attingendo a risorse per affrontare le principali cause che fanno precipitare le persone nelle situazioni di grave disagio. Offrendo assistenza e investimenti nella formazione – aggiunge – attraverso un’opportuna gestione delle risorse proprie dell’azienda e di quelle di partner che condividono i nostri valori, puntiamo a preservare i mezzi di sostentamento, a costruire comunità più forti e più sane e ad affrancare dalla povertà e dalla violenza le persone più colpite, quali le donne, soprattutto al Sud, come ci suggeriscono i dati.”
“Sono ormai 15 anni che attraverso i Centri Antiviolenza Lilith offriamo sostegno psicologico e legale alle donne vittime di violenza, ma oggi abbiamo la consapevolezza che questo non è più sufficiente” dichiara il Dottor Gerardo Luongo – Presidente Consorzio Terzo Settore- “L’accesso al mondo del lavoro è uno degli strumenti per permettere alle donne di riappropriarsi delle loro vite ed iniziare un vero percorso di autodeterminazione del quale esse stesse sono le protagoniste. Grazie al Costa Crociere Foundation e al nostro progetto di riutilizzo del bene confiscato di Afragola, ci proveremo concretamente!”
Cinzia Massa, Segretaria CGIL Napoli, aggiunge che “è fondamentale creare le condizioni di indipendenza economica affinché le donne possano valorizzare sé stesse, nel lavoro e nella vita. Ancora più importante che questo avvenga nel percorso di riuso sociale di un bene confiscato: dimostriamo concretamente il profondo legame tra la battaglia per la legalità e quella per il lavoro”.
Interverranno:
Miriam Candurro – Testimonial “Uscire dal silenzio”
Gerardo Luongo – Presidente Consorzio Terzo Settore
Davide Triacca – Segretario Generale Costa Crociere Foundation
Giovanni Russo –Direttore Masseria Antonio Esposito Ferraioli
Cinzia Massa – Segretaria CGIL Napoli
Roberto Iovino – FLAI CGIL Nazionale
Giuseppe Carotenuto – FLAI CGIL Napoli
Domenico Tuccillo – Sindaco di Afragola
Carmine Mocerino – Presidente Commissione Anticamorra Regione Campania
Riccardo Christian Falcone – Responsabile beni confiscati Libera Campania
Modera: Deborah Divertito – Coop. soc. Se.Po.Fà
A seguire, aperitivo con prodotti del commercio equo e solidale a cura della coop. Le Tribù
Costa Crociere Foundation: promuove il miglioramento sociale e ambientale delle comunità italiane condividendo l’accesso privilegiato alle risorse di Costa Crociere e dei suoi partner. “Il mondo ci chiede impaziente di fare la differenza.” (Ban Ki-moon, Roma, 2009). Per la Fondazione Costa Crociere fare la differenza significa fare le cose in modo diverso, in particolare far leva sulle potenzialità interne dell’organizzazione e su un’ampia rete di interlocutori. Significa perseguire il massimo impatto possibile di ciascun progetto promuovendo la filantropia tra i dipendenti e i partner, instaurando relazioni durature all’inizio. I primi progetti partono dal locale e si propongono di fornire sostegno a organizzazioni e individui che condividono gli stessi obiettivi della Fondazione: eliminare barriere sociali quali la carenza di cibo, la mancanza di un tetto, gli svantaggi nell’istruzione e le privazioni materiali, come pure cercando di arrestare il disastro ecologico causato dai rifiuti marini sull’ambiente naturale, possiamo migliorare la vita delle persone e quella dell’ambiente.
http://www.costa-crociere-foundation.com
Consorzio Terzo Settore onlus: nasce nel 2002, si occupa di assistenza alle cosiddette fasce deboli con particolare attenzione a donne, minori, disabilità. Mediante l’ausilio di operatori, collaboratori, volontari, fornisce servizi di alta qualità in cui l’obiettivo primario non è il profitto di pochi, ma la realizzazione personale di tutti coloro che partecipano, a vario titolo, a questa impresa. Nella scelta dei settori d’intervento, dà importanza precipua alla creatività, allo spirito imprenditoriale, alla possibilità di suddividere il lavoro in tante piccole operazioni che consentano più livelli di difficoltà e quindi di partecipazione.
www.consorzioterzosettore.it
Ufficio stampa:
Coop. Soc. Se.Po.Fà onlus
e-mail: comunicazione@sepofa.com
te: 081/5590553
cell: 3381882192 / 3476476939



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *